Posts Tagged ‘LED’

Sostenibilità socio-ambientale: il buon esempio di Due Carrare

Il Comune di Due Carrare organizzando il corso dal titolo: “Energia, questa sconosciuta” mi ha condotta a guardare il suo sito web con l’intento di monitorare gli interventi eseguiti, le opere pubbliche realizzate , nonché i progetti e le iniziative attinenti la tematica sostenibilità socio-ambientale. Dopo una breve lettura la mia curiosità è passata oltre, portandomi nell’ufficio del Vicesindaco e Assessore all’ambiente Claudio Garbo che mi ha concesso un’intervista sul tema stesso. L’amministrazione comunale, riconfermata con le elezioni del 30/03/2010 tramite la Lista “DUECARRARE PER IL FUTURO”, ha dimostrato di essere molto interessata a parlare delle opere di sostenibilità che fanno di Due Carrare un esempio per gli altri comuni della Bassa Padovana.

Nel 2011 Due Carrare ha superato il 75% di rifiuti riciclati e se l’anno scorso la tariffa igiene ambientale era aumentata del 27% per recuperare mancati trasferimenti dallo stato, da questo anno è rientrata in vigore la tassazione ordinaria. Il comune aveva iniziato dal ’98 con il compostaggio domestico in 1000 famiglie (5,7%). Dopo 21 riunioni per informare i cittadini, questi avevano capito l’importanza del riciclaggio e così arrivano a riciclare nel 2005 il 56% e nel 2010 il 78%. Il Comune dispone di un ecocentro per la raccolta di tutte le tipologie di rifiuti urbani, pneumatici, oli e rifiuti pericolosi quali le batterie. Questo funzionava, in collaborazione con il Comune di Maserà, ancora dalla fine mandato nel 2010. Dal 2007 inizia la microraccolta dell’amianto fatta da circa 150 famiglie a cui si metteva a disposizione, gratis, il kit famiglia. Due Carrare è stato uno dei Comuni che ha introdotto la tariffa doppia, in funzione della superficie della casa e del numero di persone, prima ancora che questa fosse introdotta dallo Stato a livello nazionale. Sono stati realizzati gli accertamenti, abitazione per abitazione, recuperando dei fondi per riuscire a mantenere le tariffe tra le più basse del territorio .

Due Carrare è un esempio nella nostra provincia per la mappatura completa dei circa 260 km di fossi privati ben tenuti, i cui piani di manutenzione sono stati realizzati dallo stesso Ass.re Garbo.

La Legge Rutelli, che imponeva ai comuni di piantare un albero per ogni nato, è stata molte volte dimenticata in Italia, ma non a Due Carrare. Dal 2005 sono stati piantati circa 700 alberi dai bambini delle scuole, dopo di che i genitori dei bambini nati (circa 90 ogni anno) sono stati invitati a partecipare alla festa degli alberi. Si ha come progetto di creare nei luoghi delle piantagioni un cartello con i nomi dei bambini a cui sono dedicati gli alberi stessi.

Anche quest’anno il Comune ha aderito alla campagna “M’illumino di meno” (giornata internazionale del risparmio energetico). I 200 partecipanti, le luci spente nel centro e una sola luce a Led accesa davanti al Comune, le bibite calde e i 4 telescopi montati per osservare le stelle, hanno creato una serata di successo.

Attraverso il Piano della Luce (Legge Reg. 17/2009 e lo studio “Piano comunale per l’inquinamento luminoso e il risparmio energetico”), con soldi propri, si riescono a cambiare 200 lampadine vecchie con lampade a LED. Si riesce con queste a risparmiare il 73% di energia, anche perché tutte le lampade a LED sono tarate per una riduzione del 30% del flusso totale nominale a partire dalla mezzanotte e fino al loro spegnimento al mattino. Ci sono anche 3 impianti di illuminazione pubblica che funzionano con dei riduttori di flusso per ottenere circa il 50% di risparmio. Altri impianti sono fatti funzionare in modo alternato ottenendo così l’accensione di una lampada si, una no e con spegnimenti totali di notte in zone che lo permettono.
Esiste il progetto immediato di cambiare con luci a LED le lampade negli edifici comunali e delle scuole. Inoltre si sta partecipando al Bando per la riqualificazione energetica delle scuole (a Due Carrare e a Terradura).

Attraverso il Regolamento Edilizio si mettono a disposizione degli incentivi a metratura per gli edifici privati.
Molte famiglie ed imprese hanno installato sistemi fotovoltaici e il totale delle installazioni è ormai di 2 MW, a Due Carrare il privato viene favorito con la conoscenza sul Conto Energia . Una banca del territorio ha promosso forme di finanziamento molto interessanti dando la possibilità di ottenere un prestito senza ipoteca e con la possibilità di pagare la rata dopo un anno dall’accordo.

Nel corso dell’anno 2008 è stato costruito l’impianto di mini-teleriscaldamento per le scuole medie ed elementari del Comune, alimentato da un gruppo di cogenerazione ad olio vegetale. L’energia elettrica viene utilizzata per il funzionamento dell’ impianto e il resto viene scambiato con la rete nazionale. L’acqua calda proveniente dall’energia termica viene usata dall’impianto di riscaldamento del complesso scolastico. Nel 2007 è stato realizzato un impianto fotovoltaico, per la produzione di energia elettrica, che si trova sulla copertura della scuola Media Statale “A. Moro” con una potenza di 49,9 kW e che produce una media annua di 160.000 KW/h.

Si sta lavorando per la diminuzione della CO2 nel Comune, sperando di riuscire ad aderire al “Patto dei Sindaci per la riduzione della CO2” al più presto. Il Comune dispone già di 20km di piste ciclabili e ha altri 4 km in progetto. Per ridurre l’affollamento delle strade al mattino, quando i bambini vanno a scuola , si sono organizzati dei “Pedi Bus”. Prossimamente, con la collaborazione di un’azienda di Padova, si avrà il servizio di telecontrollo e telegestione a distanza del riscaldamento di tutti gli edifici del Comune.

Per aiutare le famiglie bisognose si fanno degli interventi straordinari: acquisto medicinali e altri beni di prima necessità. Nei prossimi mesi si creerà un fondo a sostegno delle persone che si trovano in difficoltà a seguito della perdita del lavoro.

Si sta pianificando la costruzione di un archivio moderno e inserito nella logica dell’ eliminazione dell’enorme quantità di carte nelle varie attività del Comune. Tutte le carte saranno scannate e attraverso una rete interna LAN classe 5-6 (computer in ogni posto, scanner, fotocopiatrice) si lavorerà solo presso i computer. Con il moderno centralino (VOIP)che collega il Comune, il Comando dei vigili, le scuole medie e la biblioteca, è stato abbattuto notevolmente il costo delle bollette.

Il progetto del centro commerciale, oggetto di numerosi pettegolezzi, risale già al 1994. L’Ass.re Garbo, insieme all’attuale Assessore alla Pubblica Istruzione di Due Carrare, Graziano Burattin, si è opposto fin da subito alla variante per la costruzione del centro commerciale, come si può vedere dal fatto che esistono 3 sentenze (due del TAR e una del Consiglio di Stato) contro il comune di Due Carrare.
Visto l’evolversi dei fatti la soluzione è di portare a casa un ritorno più soddisfacente per la comunità, così il Comune ha dato vita ad un accordo di programma. Il centro commerciale sarà di tipo integrato, dovrebbe avere una struttura sportiva integrata, però il comune è riuscito a ottenere 2.800.000 euro per realizzare la struttura sportiva in un’altra area, scelta dal Comune. E’ iniziata l’urbanizzazione per 150.000 mq, dei quali 20.000 superficie coperta e 2.300 parcheggi . Sarà autonomo dal punto di vista energetico, usando l’energia geotermica, energia da fotovoltaico ed energia solare termica. La struttura sarà creata da un architetto paesaggista di fama. Intorno saranno abbassati i terreni di 0.5m per creare tipo una di vasca per l’acqua piovana. Una delle condizioni poste dal Comune è stata quella che venga data precedenza di assunzione agli abitanti di Due Carrare.

Ringrazio L’Ass.re Garbo per la disponibilità concessa nel rispondere a questa intervista e spero che questo sia l’inizio di una collaborazione periodica.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: